Farmatrade MagazineAggiornamenti dal mondo farmaceutico

Home » Comunicazione » Farmatrade Magazine

Vendere o aspettare? È una domanda che ci viene rivolta spesso di questi tempi.

image

Di Matteo Oberti

Una risposta univoca è certo sbagliata (bisogna analizzare caso per caso), così come diversificate risultano le valutazioni sul “giusto prezzo”. Ma prima di fare il grande passo, è bene interrogarsi a fondo sulle reali intenzioni.

Ricordo un intervento di un consulente, famoso ed esperto in materia di compravendita, a una manifestazione fieristica nel 2005, dal titolo emblematico: “è il momento di vendere?”. Nessuno mette in dubbio che quello era un momento delicato, direi epocale per l’azienda farmacia, un periodo caratterizzato da profonda incertezza sul futuro e con una diffusa consapevolezza che qualcosa di irre¬versibile stava ormai per delinearsi all’orizzonte. Eppure, quanto è cambiato ancora dal 2005 a oggi!

Ciò che poi può stupire un osservatore poco attento sono i tempi relativamente brevi con cui questi cambiamenti si sono realizzati, soprattutto se rapportati alle tempistiche cui eravamo abituati e che per tanti anni hanno “scandito l’orologio” del settore farmaceutico. Si era, allora, all’inizio dell’epoca della distribuzione diretta, s’iniziava appena a parlare di sconti, eravamo in pieno Decreto Storace e appena a ridosso del Decreto Bersani. Nessuno poteva ipotizzare la nascita delle parafarmacie, tanto meno il varo dei decreti “Salva e Cresci Italia” del governo Monti, non esistevano ancora i concorsi straordinari e neppure era ipotizzabile quanto oggi contenuto nel nuovo Ddl Concorrenza del governo Renzi, che aprirà le porte all’ingresso dei “capitali” nella proprietà delle farmacie (ma non sappiamo ancora tempi e modi).

Leggi tutto...

Cerca nelle news

Archivio Notizie