Farmatrade MagazineAggiornamenti dal mondo farmaceutico

Home » Comunicazione » Farmatrade Magazine

A cura dello Studio Legale Astolfi e Associati - Avv. Annalisa Cecchi

Il Consiglio di Stato è tornato a pronunciarsi sui criteri e le modalità di definizione delle nuove sedi farmaceutiche, ai sensi dell’art. 11 d.l. n. 1/2012, convertito nella l. n. 27/2012, in una controversia nella quale era contestata la localizzazione di una nuova sede farmaceutica in area ove già insiste altra farmacia ed in assenza di una precisa delimitazione territoriale.
Al riguardo, occorre muovere dal criterio prioritario della “equa distribuzione sul territorio” e dalla considerazione che la disciplina vigente non richiede più espressamente la definizione esatta dei confini di ciascuna sede farmaceutica, essendo, in proposito, rilevante anche la decisione del legislatore di sostituire il termine “sede” con il termine “zona”, che lascia “supporre che ciò abbia una valenza non solo lessicale e formale, ma anche sostanziale”.
Per questo è stata ritenuta non manifestamente irrazionale la scelta comunale di collocare una nuova sede farmaceutica in area già servita da altra farmacia, purchè nel rispetto dei parametri normativi relativi all’entità della popolazione interessata e alla distanza tra gli esercizi, senza la necessità di una precisa delimitazione dei confini (Consiglio di Stato, sentenza n. 1658 del 2 maggio 2016.

Cerca nelle news

Archivio Notizie