Farmatrade MagazineAggiornamenti dal mondo farmaceutico

Home » Comunicazione » Farmatrade Magazine

A cura dello Studio Legale Astolfi e Associati - Avv. Annalisa Cecchi

Con recente ordinanza n. 643 del 25 febbraio 2016, il Consiglio di Stato ha rilevato che, in presenza di un mutamento in diminuzione del parametro demografico previsto dall’art. 11 d.l. 1/2012, convertito nella l. n. 27/2012, la sede farmaceutica divenuta in esubero, anche se posta a concorso, deve essere soppressa, essendo stato rilevato che l’indizione del concorso straordinario per l’assegnazione, tra le altre, anche di tale sede, non appare di per sé idonea ad escludere la doverosità di detta soppressione, in adempimento con l’obbligo stabilito dalla disciplina innanzi ricordata ed in coerenza con i parametri ivi stabiliti.

Tale pronuncia, che ha riformato una precedente ordinanza del Tar Bari n. 51/2016, secondo il quale le sedi poste a concorso, in sede di revisione della pianta organica, non possono essere soppresse in quanto vanno assimilate alle sedi occupate, produce l’effetto della sospensione della procedura di interpello e conseguente assegnazione della sede oggetto di soppressione ai vincitori, quanto meno fino alla pronuncia della sentenza all’esito del giudizio.

Cerca nelle news

Archivio Notizie